Categorie
Daily Briefing

Daily Briefing 18 giugno, 2020

Il Doroteo Daily Briefing. Aggiornamento quotidiano del 18 giugno, 2020.

Europa

Il negoziatore commerciale in chief americano ha affermato che un accordo con il Regno Unito è improbabile prima delle elezioni presidenziali statunitensi a novembre. I due paesi, che operano scambi per un valore di £230 miliardi ogni anno, hanno iniziato un secondo round di colloqui lunedì dopo l’apertura dei negoziati formali il mese scorso. L’ambasciatore Robert Lighthizer ha dichiarato al Congresso che gli Stati Uniti stanno cercando un accordo globale invece di un accordo più limitato del tipo che ha stabilito in altri casi.

Australia e Nuova Zelanda stanno per iniziare i negoziati su un accordo di libero scambio con il Regno Unito. Il ministro del commercio australiano, Simon Birmingham, ha dichiarato che questo è stato “un forte segnale di sostegno reciproco per il libero scambio” nel Regno Unito in un mondo post-Covid-19. Ha anche affermato che l’Australia è “pronta ad aiutare il Regno Unito a trovare nuovi inizi dopo la Brexit e, così facendo, ad aprire nuove porte per i nostri agricoltori, aziende e investitori”. Il Regno Unito è il settimo partner commerciale dell’Australia.

La Germania ha pubblicato un elenco di luoghi che considera “aree a rischio di coronavirus”. Il governo tedesco ha classificato le popolari destinazioni turistiche non UE tra cui Turchia e 130 altri paesi, oltre a diversi stati degli Stati Uniti tra cui California e New York, come aree a rischio di coronavirus. A chiunque entri in Germania da una zona a rischio verrebbe ordinato di mettersi in quarantena per 14 giorni.

Uno zio del presidente siriano Bashar Assad è stato condannato a quattro anni di prigione in Francia mercoledì per aver utilizzato illegalmente fondi statali siriani per costruire un impero immobiliare francese. I gruppi anticorruzione che hanno avviato i procedimenti legali contro Rifaat Assad hanno annunciato la decisione di un tribunale di Parigi e l’hanno salutata come una nuova vittoria negli sforzi a lungo termine per perseguire i leader stranieri accusati di aver nascosto il denaro rubato in Francia.

Il governo spagnolo ha vietato alle navi da crociera per un tempo indefinito di entrare in qualsiasi porto per evitare qualsiasi ulteriore esposizione al coronavirus.


Stati Uniti e Americhe

Gli americani stanno accumulando valuta, secondo i commenti fatti mercoledì dal presidente della Federal Reserve Jerome Powell, attribuendo la causa alla chiusura di grandi magazzini durante il lockdown del coronavirus. “Quindi, un intero sistema di flusso si è in qualche modo fermato. Ne siamo ben consapevoli: stiamo lavorando con la zecca di Stato e con le varie banche. E mentre l’economia riapre, stiamo vedendo che le monete iniziano a muoversi di nuovo”, ha dichiarato Powell prima del Congresso.

Il Dipartimento di Giustizia sta cercando di riformare la Sezione 230 della Communications Decency Act, che era stata originariamente istituita prima dell’invenzione dei social media. La legge così com’è protegge i siti Web dall’essere ritenuti responsabili per contenuti illegali pubblicati da altri utenti. La mossa arriva un mese dopo che il presidente Trump ha firmato un ordine esecutivo per chiedere alla Federal Communications Commission di impedire alle piattaforme dei social media di mettere a tacere le voci conservatrici, ma non ha coinvolto la sezione 230 della suddetta legge.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha annunciato che l’8 luglio verrà presentata una “fotografia” finanziaria. L’annuncio arriva una settimana dopo che Trudeau ha dichiarato che sarebbe “semplicemente un esercizio di invenzione e immaginazione” per determinare le proiezioni fiscali del Canada. Sebbene sia improbabile una previsione economica a lungo termine, Trudeau ha affermato che la “fotografia” “darà ai canadesi un quadro di dove è la nostra economia in questo momento, come la nostra risposta è paragonabile a quella di altri paesi e cosa possiamo aspettarci per i mesi venire.”


Asia e Pacifico

L’India ha trasmesso alla Cina il fatto che lo scontro mortale nella zona orientale del Ladakh di lunedì sera avrà “un grave impatto” sulle relazioni tra i due paesi. Oggi il ministro degli Esteri S. Jaishankar ha condiviso questo con il suo omologo a Pechino in una conversazione telefonica. Entrambe le parti hanno convenuto di non intraprendere “alcuna azione per inasprire le questioni”, ha affermato una dichiarazione del ministero degli Esteri.

Il crescente sentimento anti-cinese in India ha portato a richieste di boicottaggio di prodotti e servizi cinesi, mentre le nuove norme sugli investimenti stranieri potrebbero limitare la capacità della Cina di incassare il boom digitale in India, secondo quanto riferito dalla CNN. L’India importa più merci dalla Cina rispetto a qualsiasi altro paese. E nell’ultimo decennio, India e Cina si sono reciprocamente aiutate a crescere come tecnologiche emergenti. I giganti della tecnologia cinese hanno investito miliardi di dollari nelle più grandi startup dell’India, mentre i produttori di smartphone dominano il mercato del Paese e gli indiani si sono riversati su app come TikTok.

Il governo indiano ha chiesto alle compagnie petrolifere e di gas nazionali di aumentare la quota di acciaio fabbricato in patria che utilizzeranno in progetti infrastrutturali per un valore di miliardi di dollari per ridurre la dipendenza dalle importazioni, dare impulso all’economia e creare posti di lavoro. Il governo sta spingendo per la produzione locale per rianimare l’economia, che probabilmente contrarrà di circa il 5% quest’anno fiscale.

Samsung Electronics dovrebbe ottenere riduzione di tasse e altri incentivi dallo stato settentrionale dell’Uttar Pradesh in India, poiché la società sudcoreana cerca di investire circa 705,75 milioni di dollari in un impianto di produzione di display per smartphone nello stato, ha affermato in una lettera il principale organo di promozione degli investimenti dell’India. Samsung, uno dei principali venditori di smartphone in India, ha firmato un protocollo d’intesa con Uttar Pradesh nel 2019 sul progetto. Una fonte che ha familiarità con la questione ha affermato che ciò trasferirà la produzione precedentemente effettuata in Cina.

Il governo di Singapore ha sospeso il mega progetto di costruzione del Terminal 5 all’aeroporto di Changi per almeno due anni, mentre valuta il futuro dell’aviazione in un mondo con Covid-19. Il ministro dei trasporti Khaw Boon Wan ha annunciato la decisione il 16 giugno durante una riunione online.


Daily Briefing realizzata in partnership con Global Dynamics.